esercizi post parto

Subito dopo aver dato alla luce un bambino è più che normale che i tessuti ed i muscoli della nostra pancia siano ancora rilassati e privi di tono. In realtà, una vera e propria magia non esiste; per rimettersi in forma occorreranno di sicuro diverse settimane.

Il periodo di gestazione e del puerperio infatti sono connotati da una trasformazione morfologica globale dell’organismo, in particolare per quanto concernono i muscoli dell’addome, che nel giro di nove mesi dovranno progressivamente dilatarsi per permettere la crescita del feto e del pavimento pelvico. Quest’ultimo, in particolar modo, viene sottoposto ad una pressione data dal sovraccarico dell’aumento di peso.

Come avrete intuito dunque, nel periodo post parto oltre a ritrovare la forma fisica si dovrà aiutare il sistema pelvico-addominale a riacquistare la sua funzionalità basale.

Dimagrire dopo il parto

Dimagrire dopo una gravidanza non è un’impresa difficile. Semplicemente il tornare in forma richiederà una dose extra di pazienza e costanza! Soprattutto se siete in allattamento o se avete subito un parto cesareo non bisogna aspettarsi risultati miracolosi nell’immediato, perché il corpo ha bisogno di notevole tempo per riprendersi. Ad ogni modo, mobilitarsi per riuscire a perdere peso appena tornate a casa dall’ospedale è possibile, vediamo come!

La pancia

Questa è la prima parte del corpo che salta all’occhio dopo aver messo al mondo il suo bambino. La pelle ed i tessuti sono poco elastici e flosci, senza tono, ma non c’è di che stupirsi proprio per il grosso lavoro di flessibilità che gli è stato richiesto di fare. Durante una gravidanza una donna può prendere dai 10 ai 20kg e sebbene dopo il parto ci si ritrovi con 7-8 kg in meno, tuttavia, c’è ancora del lavoro da fare.

Come si può ovviare alla situazione del genere? Magari, prima di iniziare a tornare in palestra potreste iniziare con l’uso di un olio o di una crema rassodanti dopo ogni doccia o da applicare sulla pelle al mattino, che aiuterà la pelle a ritrovare la sua elasticità ed una maggiore compattezza, grazie all’apporto di idratazione che le lozioni daranno alla pelle.

Le smagliature

Col tempo, le smagliature diventeranno notevolmente più sottili e meno visibili e tenderanno a sbiadire in una tonalità molto chiara che si farà notare con molta più difficoltà. Nonostante questo, esistono molte creme decisamente valide per riuscire a contrastare la comparsa delle smagliature come la Crema Anti-Smagliature Rilastil, la cui efficacia è stata testata soprattutto sulle smagliature di colore rosaceo che sono decisamente più facili da riuscire ad eliminare.

Nonostante ciò, ci si può aiutare anche grazie a dei massaggi eseguiti a “pizzicotti” a partire dall’ottava settimana dopo il parto (a meno che non abbiate avuto un parto cesareo, in tal caso è meglio attendere per tempi leggermente più lunghi prima di procedere oppure possiamo domandare al nostro medico). Il massaggio stimola infatti l’irroramento sanguigno sotto la pelle ed il metabolismo cutaneo.

In tal caso bisogna semplicemente massaggiare la pelle con la crema anti-smagliature e massaggiare la zona interessata pizzicando leggermente la pelle utilizzando il pollice, l’indice e il medio tendendola e poi rilasciandola (ma senza sentire dolore!). Per il primo periodo si consigliano massaggi da 15 minuti due volte al giorno, ogni volta che si applica la crema, al mattino e alla sera.

Un altro aiuto naturale lo si può fare con un infuso di acqua calda, zenzero e limone che aiutano il metabolismo.

Il seno

Durante la gravidanza, anche grazie agli ormoni, il seno è sempre sodo e rotondo mentre dopo l’allattamento invece sembra un po’ prosciugarsi, diventando un po’ cadente. Ovviamente, anche qui si tratta di un processo perfettamente naturale. Il seno, come la pancia, si dilata per le ghiandole di produzione del latte che – non appena concluso l’allattamento – si sono ritirate e la pelle che le ricopre adesso è troppo larga.

In questo caso bisogna cercare di agire rafforzando i muscoli pettorali. Il metodo “push-up” più economico è quello di fare una doccia variando l’acqua da calda a fredda nell’area nel seno: questa pratica infatti dona nuova compattezza alla pelle rendendola più soda e rosata. In aggiunta si può immergere l’asciugamano in acqua fredda con qualche goccia di aceto di mele, strizzandolo e poi passandolo sul seno, tenendolo lì per qualche minuto o facendo massaggi con cubetti di ghiaccio che stimolano i capillari sottocutanei per due o tre minuti.

In più, nonostante non esista alcuna crema miracolosa in grado di far crescere il seno, una crema rassodante può aiutare allo scopo. Abbinando la crema ad un massaggio delicato, infatti, si stimolerà la circolazione sottocutanea ed il seno riuscirà, se non a crescere, almeno a riacquistare il tono che aveva in precedenza. A questo scopo ci possono aiutare anche sostanze come il silicio, la soia, la centella e l’edera il risultato è ancora più notevole.

Naturalmente non si possono fare miracoli, ma si possono ottenere notevoli miglioramenti senza dover ricorrere alla chirurgia. Uno degli esercizi più efficaci per i muscoli pettorali ed il loro rassodamento è estremamente facile e non a bisogno di nessun tipo di attrezzo. Infatti basterà unire i palmi delle mani creando un angolo di 90° all’altezza del seno in una posizione cosiddetta di “preghiera”, dopodiché bisognerà spingere i gomiti verso l’alto, stringendo i pettorali, mantenere la posizione per un paio di secondi e poi rilasciando. Ripetete questo esercizio più volte al giorno per 15-20 volte e vi aiuterete così nel riuscire a far tornare su il vostro seno rassodandolo senza fare troppi sforzi!

I glutei le gambe ed il pavimento pelvico

Anche i glutei risentono della gravidanza, tornando a rilassarsi! Innanzitutto, per le gambe ed i glutei la prima cosa da fare – soprattutto appena dopo la gravidanza – è quella di camminare molto, anche in casa, volendo. Prima della doccia, magari, massaggiate i glutei con un guanto di crine o di spugna con piccoli movimenti circolari che ossigenano i tessuti e stimolando la microcircolazione.

Per quanto concerne invece il pavimento pelvico sono ottimi gli esercizi di Kegel.

Segui una dieta post-parto

Uno dei consigli più importanti per dimagrire e rassodarsi dopo la gravidanza (ma il consiglio è quello di iniziare a mangiare bene partendo dalla gravidanza) è quello di seguire una dieta post-parto efficace. Si può iniziare anche subito dopo il parto, purché siano diete graduali; infatti bisogna tenere d’occhio gli equilibri ormonali in vista dell’allatamento. La dieta mediterranea in questo caso è comunque la migliore, con frutta, verdura, carne bianca, pesce ed il giusto apporto di carboidrati. Meglio evitare però i cibi ricchi di grassi come i dolci o le pietanze fritte.

Share

Potrebbe interessarti anche