Relazione madre neonato

Come influisce nella crescita e nell’espressione delle emozioni.

Quanto è importante la relazione madre neonato nell’espressione delle emozioni? La risposta è molto semplice: è fondamentale.

La relazione tra madre bambino inizia ancor prima della nascita del piccolo le prime idee che la madre si fa del bambino, di come sarà e le paure connesse a questo evento atteso creano una relazione già durante la gravidanza.

Studi hanno dimostrato che già dalla trentaseiesima settimana le mamme hanno in mente un’idea di come sarà il loro bambino, del carattere che avrà e anche dei pregi e dei difetti, tutti elementi che la futura mamma ricava dai movimenti del feto e dalle emozioni connesse a questi.

I pensieri, che verranno condivisi dalla mamma e dal papà, aiuteranno a creare lo spazio che servirà poi ad accogliere il bambino.

La relazione madre neonato è già ben salda dalla nascita

Con la nascita, si può osservare come nasca una relazione madre neonato, infatti durante la gravidanza ha già imparato a riconoscere il suono della sua voce ed il suo odore.

Durante il primo mese di vita il bambino piangerà e manifesterà il suo disagio, senza tener conto di quelli che possono essere i bisogni della madre o di chi si prende cura di lui, tranquillizzandosi solo grazie agli odori e alla presenza della mamma oltre che alla soddisfazione dei bisogni.

E se si attacca ma non ha fame?

Può capire che un bambino voglia solo restare attaccato al seno per mantenere il contatto con la mamma pur non avendo fame. Solo successivamente inizierà a regolare i suoi bisogni sulla base della vita e delle richieste della madre.

Un sorriso che aiuta a riconoscere le emozioni

Ogni volta che il bambino sorriderà e la madre risponderà con un sorriso a sua volta, si svilupperà nella mente del bambino un’idea positiva di sé che contribuirà successivamente allo sviluppo di un buon livello di autostima e relazioni sociali positive.

Un sorriso che aiuta a riconoscere le emozioni

Questa relazione permette anche al bambino di avere la vicinanza protettiva della mamma con cui ha stretto questo legame affettivo soprattutto quando si sentirà minacciato da qualche evento del mondo esterno o quando si sentirà stanco.

Quando invece è la madre che si allontana, il piccolo protesta con urla e pianti per questa separazione, anche se solo momentanea, per richiamare la mamma e ristabilire la vicinanza ed il calore della relazione.

E’ fondamentale che questo legame si crei tra la mamma ed il bambino perché sarà la base della successiva espressione delle emozioni del piccolo durante le fasi di crescita.

Miriam Pezzella. Dott.ssa in psicologia clinica
Share

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *