bimbi gioco

Vediamo oggi assieme come organizzare le attività all’aria aperta per i nostri bambini. In giardino, in terrazzo o nei parchi, le feste ed i giochi all’aperto sono considerati vere e proprie alternative alle classiche attività extrascolastiche e sono sempre più gettonate. Le attività all’aria aperta infatti permettono di coinvolgere altri bambini ed educare i nostri figli anche al divertimento.

Anche in questi casi, però, occorre avere un po’ di spirito organizzativo e preparazione perché non sempre si tratta di attività semplici e, almeno nei primi anni di vita, c’è bisogno della sorveglianza dei genitori (o animatori) perché questi giochi non degenerino in caos totale facendo correre rischi al vostro bambino ed i suoi amichetti! Quindi, dobbiamo pensare bene al luogo prescelto ed accertarci del fatto che non ci siano pericoli nelle vicinanze (e quindi spine nelle piante che li circondano, ringhiere abbastanza alte se si gioca in terrazzo, scale eccetera).

Per rendere il tutto ancora più emozionante, scegliete delle merende e rinfreschi adeguati ai bimbi e fornite loro idee per i giochi più adatti a loro. Nel caso organizziate feste di compleanno, inoltre, scegliete magari dei piccoli regalini da dare ad ogni partecipante alla fine della festa.

Sono tante le idee per giocare all’aria aperta, vediamo un po’ quali possono essere suddividendole per età.

Giochi per bambini da 2 a 3 anni

Vediamo assieme quali sono i giochi per i bimbi più piccoli, dai due ai tre anni.

Regina Reginella

Un classico indimenticabile con il quale giocavamo anche noi da piccoli, si tratta di un gioco un po’ datato ma molto popolare tra i bambini, che lo trovano divertente soprattutto perché non ha molte regole.

Bisogna tracciare una linea per terra (con del gesso colorato oppure del nastro isolante) ed i bimbi devono rimanere fermi lì. Attraverso un tocco o una conta bisogna poi scegliere una Regina (meglio ancora se avete una finta corona a portata di mano) e ad ogni turno il bimbo deve intonare “Regina reginella, quanti passi devo fare per arrivare al tuo castello?”. A questo punto, la regina deve rispondere indicando un certo numero di passi associati ad un animale, che il bambino dovrà imitare. Ad esempio, se la regina dirà “devi fare quattro passi da formica” il bimbo che ha il turno dovrà fare quattro passi piccoli piccoli, imitando una formica. Alla fine, il primo che arriva alla Regina prende il suo posto ed il gioco si ripete.

Girotondo

Mentre tutti i bambini si riuniscono in cerchio tenendosi le mani, a turno uno di loro deve mettersi al centro del cerchio, memorizzare i volti degli amichetti e poi coprirsi gli occhi con le mani. A questo punto, uno degli amichetti deve nascondersi e viene intonato il classico ritornello “Giro girotondo, casca il mondo, casca la terra, tutti giù per terra!” girando su sé stessi con il bimbo al centro e l’altro nascosto. Alla fine del ritornello, il bimbo apre gli occhi e deve indovinare subito chi è l’amichetto mancante! Ogni bimbo avrà il suo turno ed è un gioco che aiuta molto la memoria e mette a contatto i bambini tra di loro.

Giochi per bambini da 3 a 5 anni

Il baby bowling

Bisogna procurarsi una quindicina o una ventina di lattine vuote e delle palline da ping pong leggere (o palline da tennis o anche bocce da mare). Basterà dividere i bimbi in due squadre e farli disporre su una riga opposta ad una piramide fatta dalla disposizione di quelle stesse lattine. A turno, ogni squadra deve lanciare la pallina contro le lattine. Ad ogni lattina caduta corrisponde un punto. Dopo aver fatto più o meno dieci turni a squadra, potete decidere autonomamente, si decreta chi ha raggiunto il punteggio migliore e quella squadra sarà vincitrice!

L’arca di Noè

Un gioco tranquillo, anche per i bambini più vispi! Chiedete ai bimbi di sedere in cerchio, mentre un adulto si mette in mezzo e dice il nome di un animale: il primo bambino a cui tocca dovrà imitare il verso dell’animale e fare un movimento che lo rappresenti. Il compagno affianco deve ripetere la sequenza ed aggiungerne una nuova in base a quale animale è stato nominato e così via. Il giro prosegue e chi sbaglia e salta un animale deve ricominciare da capo! Oltre ad essere un gioco tranquillo e divertente, aiuta molto anche la memoria del bambino.

Giochi per bambini da 6 ad 8 anni

La patata bollente

Anche qui vediamo un gioco molto semplice ma divertente per il suo ritmo veloce ed entusiasmante. I bambini devono mettersi in cerchio, in piedi. Date ad un bambino – che si sarà scelto grazie ad una conta – la palla che, appunto, simboleggerà la “patata bollente“. La regola prevede che il bimbo chiami velocemente per nome un compagno e gli tiri la palla. Se il prescelto riesce ad afferrarla al volo, a sua volta deve chiamare un altro bambino e passargli la palla quanto più velocemente possibile; se ciò non avvenisse, invece, il bimbo viene eliminato. Vince chi rimane ultimo!

Il lupo mangiafrutta

Bisogna innanzitutto stabilire una zona “protetta” dove i bambini possano rifugiarsi. Dopo aver stabilito chi tra i bimbi sarà il lupo, gli altri – senza farsi sentire dal lupo – dovranno scegliere che frutto vorranno essere. Il lupo finge di bussare ad una porta e dice “Toc toc!”, i bambini dovranno rispondere “Chi è?” e il lupo risponderà “sono il lupo mangiafrutta” e loro “che frutta vuoi?”. A questo punto, il lupo dirà il nome di un frutto. Se nel gruppo c’è il bambino che si identifica con quel frutto dovrà iniziare a correre senza farsi prendere finché non potrà rifugiarsi nella “casa”. A questo punto, il lupo potrà fare un’altra richiesta; se invece il bimbo viene preso, sarà lui a diventare il lupo.

Giochi per bambini da 8 a 10 anni

Ruba bandiera

Un grande classico nei giochi all’aperto che sviluppa la velocità ed i riflessi del bambino. Dopo aver diviso gli invitati in due gruppi, chiedete a tutti di mettersi in riga uno di fronte l’altro. Ad ogni giocatore deve essere assegnato un numero da 1 a 10. L’area di gioco deve essere un grosso quadrato diviso a metà da una linea dove sta fermo chi tiene in mano la bandiera. Quando il bambino che tiene in mano la bandiera dice un numero, i due rivali che ce l’hanno devono correre e rubare la bandiera senza mettere i piedi sulla linea e portarla alla squadra di appartenenza. Se lo sfidante che non ha preso la bandiera tocca il rivale, guadagna comunque un punto.

Vero o falso

Bisogna formare due squadre con egual numero di giocatori e farli allineare uno di fronte all’altro. Le due squadre si divideranno in cani e gatti e dietro entrambe le squadre tracciate una linea oltre la quale ci sarà il rifugio. Mettetevi in mezzo alle due squadre e fate affermazioni ad alta voce (qui c’entra molto la recitazione e l’essere un po’ plateali). Se la vostra affermazione sarà vera, allora i cani inseguiranno i gatti che dovranno correre nel rifugio, e viceversa se l’affermazione è falsa saranno i gatti a dover rincorrere i cani che dovranno rifugiarsi. I ragazzini catturati si aggiungono alla squadra avversaria e vince il gruppo che si è ingrossato di più.

Speriamo che la nostra guida vi sia stata d’aiuto e, che dire, buoni giochi all’aperto!

Share

Potrebbe interessarti anche