non dormire

Ricordi quando ti sei gettata e rigirata nel letto, ma non riuscivi a dormire? L’insonnia può essere frustrante in molti casi e può letteralmente esaurire le tue energie. Immagina il tuo bambino di fronte allo stesso modo! Sì, l’insonnia può colpire anche i più piccoli ed è un problema di salute piuttosto importante che deve essere gestito con attenzione.

Continua a leggere per saperne di più sull’insonnia nei bambini piccoli, le sue possibili cause e sapere se anche il tuo bambino potrebbe esserne colpito.

Cos’è l’insonnia?

L’insonnia è un termine generico usato per indicare l’incapacità di dormire. Alcuni specialisti del sonno ritengono che i bambini possono essere colpiti da uno dei due principali tipi di insonnia insonnia o insonnia.

L’insonnia dell’insonnia insorgenza del sonno è più comunemente osservata nei bambini sotto i 5 anni di età ed è caratterizzata da interruzioni nel sonno durante la notte. I bambini affetti da questo disturbo si svegliano 10-12 volte nella notte e poi si addormentano.

Limitare l’impostazione dell’insonnia è di solito osservato nei bambini di età superiore ai 5 anni, e tali bambini tendono a prolungare l’ora di andare a letto con diversi mezzi possibili, come chiedere un bicchiere d’acqua o chiedere una spiegazione di ciò che accade quando il gabinetto arrossisce.

Cause comuni di insonnia nei bambini:

  • Stress: lo stress non è solo per gli adulti, anche i più piccoli possono essere soggetti a stress, in particolare i bambini piccoli che hanno appena iniziato la scuola materna e stanno imparando ad adattarsi al nuovo ambiente. In alcuni casi, l’arrivo di un nuovo fratello, i cambiamenti di lavoro, il movimento e lo spostamento, la morte in famiglia, la malattia di un familiare o problemi coniugali e finanziari possono anche causare stress nei bambini, che a loro volta possono influenzare la qualità del sonno.
  • Condizioni ambientali: la mancanza di un’atmosfera confortevole può anche influire sulla capacità del bambino di dormire bene. Calore, rumore, condizioni di luce, materassi resistenti e altri fattori ambientali possono innescare un’incapacità di dormire.
  • Condizioni mediche: condizioni come l’asma, naso chiuso, allergie cutanee come eczema e altri problemi di salute preesistenti come dolori della crescita, bruciore di stomaco, fibromialgia, crampi muscolari ecc possono anche causare insonnia nei bambini piccoli. Condizioni psichiatriche come ritardo mentale, sindrome di Asperger, autismo, disturbo bipolare e depressione possono anche causare problemi di sonno nei bambini.
  • Farmaci: l’insonnia può anche essere un effetto collaterale dell’uso di alcuni farmaci come quelli prescritti per combattere il disturbo da deficit di attenzione e iperattività, corticosteroidi, antidepressivi e anticonvulsivi.
  • Altri fattori: il consumo di bibite gassate, bevande gassate e bevande contenenti caffeina come tè e caffè può anche essere causa di insonnia nei bambini piccoli.

I sintomi dell’insonnia del bambino possono essere identificati osservando attentamente il bambino. Alcuni sintomi comuni che può presentare includono:

  • Difficoltà ad addormentarsi dopo essere stato messo a letto
  • stanchezza persistente
  • irritabile e distratto la maggior parte del tempo
  • comportamento irregolare
  • lunaticità
  • iperattività (in alcuni casi)
  • incapacità di tornare a dormire una volta sveglio
  • svegliarsi presto la mattina o la notte

Gestione e trattamento

Come genitore, ci sono diversi passaggi che puoi adottare per gestire l’insonnia nel tuo bambino. I sintomi dell’insonnia del bambino possono essere curati seguendo questi passaggi.

Cerca di stabilire un programma di sonno: metti il tuo bambino a letto alla stessa ora ogni giorno.

  • Evita il pisolino diurno.
  • Limitare il consumo di bevande contenenti caffeina durante la notte, in particolare un po ‘prima di andare a dormire.
  • Limitare le attività ricreative e l’intrattenimento più vicino al momento di coricarsi.
  • Prova anche a creare un’atmosfera rilassante e rilassante nella stanza del tuo bambino, che gli renderà più facile addormentarsi.
  • L’uso dei giocattoli dovrebbe essere limitato appena prima di andare a dormire. Quindi, conoscendo i sintomi dell’insonnia del bambino e adottando questi passaggi, si può fare un controllo del danno.

Si consiglia inoltre di far esaminare il bambino da uno specialista del sonno o da un pediatra per conoscere la causa principale della sua insonnia se i problemi non dovessero cessare! E vedrete… tutta la famiglia tornerà a fare sogni tranquilli.

Share

Potrebbe interessarti anche