bimbi cinema

In ogni sala cinematografica si trovano sempre film per i più piccoli, che si tratti di film d’animazione o adattamenti cinematografici delle fiabe più belle, la scelta è ampia e ce n’è davvero per tutti i gusti! Ma a che età si può iniziare a portare i propri bambini al cinema perché si tratti di un divertimento del quale possano godere a pieno?

In un primo momento, l’ambiente buio e chiuso del cinema potrebbe non sembrare la scelta più adatta ad un pubblico infantile, ma rimanere incantati dai film d’animazione è tutt’altro che difficile! Infatti, anche i grandi tornano ad essere piccoli ed i bambini iniziano a sognare e volare alto con la fantasia. Ma a che età il bambino può iniziare ad apprezzare questo genere di attività?

Il piacere di uscire ed andare al cinema: vediamo i benefici del portare i bambini al cinema!

I “grandi” dedicano del tempo facendo attività che piacciono, che si tratti di semplici cene al ristorante, una passeggiata in mezzo alla natura o un appuntamento romantico. Per i bambini invece il discorso è differente, in quanto il gioco per loro è un momento di svago e di relax. Per uqnato riguarda il cinema, i bambini dovrebbero essere contenti di vedere un film, ma tendenzialmente sarebbe meglio aspettare il compimento del terzo anno d’età, in quanto fino ai tre anni i bambini tendono a non sviluppare ancora questo tipo di attività.

Infatti, quando il bimbo inizia ad avere interessa per il film e per il cinema ha iniziato già un processo di interazione verso il mondo a sé circostante. I neonati ed i bambini sotto i tre anni rischiano la maggior parte delle volte, infatti, di addormentarsi in un ambiente così scuro. E non solo! L’ambiente può anche spaventarli, in quanto il rumore forte non è da sottovalutare perché, nel buio, potrebbe essere motivo di forti paure nel bambino. Dopo i tre anni però questi ostacoli possono essere più facili da superare e allora anche la visione di un film può essere fonte di divertimento e relax. Esistono poi film come il famosissimo Frozen o Inside Out che hanno trovato larghi consensi anche tra bambini estremamente piccoli! Ciò è successo perché questi cartoni animati sono riusciti a catturare l’attenzione di spettatori molto piccoli.

La differenza tra l’andare al cinema e guardare i cartoni animati o i film a casa

I cartoni animati ed i film che i bambini guardano in TV o sugli altri dispositivi mobili durano poco rispetto agli altri film di animazione che sono invece proiettati al cinema. Entrare infatti in una sala cinematografica e sedersi davanti ad uno schermo enorme e concentrarsi su una storia lunga da seguire, stando in silenzio è un compito non facile per un bambino. Il livello di interazione è minore, pertanto spesso potrebbero preferire altre attività simili come ad esempio vedere il teatro coi burattini.

Il cinema è educativo

Quando i bimbi crescono la situazione cambia. Intorno ai sei anni, i personaggi dei film iniziano ad avere per i bambini un ruolo diverso e decisamente più importante, in quanto il cinema diventa un momento educativo dove i bambini vengono istruiti tramite la trasmissione di valori positivi e negativi, riconoscendo gli uni dagli altri.

Spesso e volentieri infatti il cinema diventa un luogo fondamentale nella formazione psicologica e culturale del bambino, dove entra in contatto con personaggi che il bambino potrà eleggere ad eroi e che segneranno in parte la sua crescita. A questo riguardo, è necessario scegliere film in cui la violenza non sia fine a sé stessa e non sia mai gratuita. Assicuriamoci sempre che il nostro bambino stia guardando un film adatto ai bambini. Un super eroe che sconfigge il male racchiude in sé valori importanti per la crescita del bambino.

Anche la scelta del film dunque in questo clima risulta essere molto importante: è una buona mossa quindi informarsi preventivamente sui film che vale la pena far vedere al proprio bambino. Insomma, la scelta può esser ampia e sono diverse le scelte che i genitori possono fare assieme ai propri bambini. Insomma, l’andare al cinema può essere un momento importante nella crescita del bambino, sia intellettualmente che psicologicamente e potrà tranquillamente godersi il film assieme ai suoi amichetti o passando, magari, una bella serata assieme ai propri genitori. L’importante è continuare a fargli passare anche tempo fuori all’aria aperta, o con laboratori ed altre attività extrascolastiche.

Share

Potrebbe interessarti anche