zaino bambini

Lo zaino per andare a scuola è un elemento davvero fondamentale in quanto permette di contenere e raggruppare tutto il materiale scolastico del quale il bambino ha bisogno, ma non è una scelta così facile come sembra. Infatti capita spesso che la scelta di quest’ultimo si faccia solo in base all’estetica dei personaggi che vengono raffigurati, senza porre più attenzione alla componente della salute fisica del nostro bambino, così che possa avere uno zaino da portare in spalla senza correre alcun rischio. Vediamo dunque, attraverso vari consigli cosa possiamo fare per acquistare lo zaino migliore per le esigenze di nostro figlio.

Spesso capita che i bambini già sappiano quali zaini vogliano e non siano pronti a scendere a compromessi: di sicuro vorranno quello del loro idolo o cartone animato preferito, quello della loro bambola preferito o di un vidogioco famoso. Ma i criteri dei genitori nella scelta degli zaini devono essere diversi, senza necessariamente dover rinunciare al lato estetico che piace tanto ai bambini. Infatti capita che a scuola i piccoli debbano portare zaini carichi di libri che possono gravare molto sulla loro postura.

Attenzione a spalle, schiena e collo!

Come dicevamo, portare ogni giorno uno zaino troppo pesante può provocare problemi ai bambini, sia dai semplici dolori muscoli che dolori alle ossa della schiena, del collo e delle spalle dovuti alle poture scorrette che purtroppo sono costretti ad assumere nel trasportare tutti i giorni quei grossi carichi di libri.

Inoltre da recenti studi è venuto fuori che la scoliosi, essendo un’alterazione ereditaria della colonna vertebrale, pare non abbia alcun nesso con i carichi pesanti che i nostri figli sono costretti a portarsi dietro. Però, di sicuro non la aiutano! Chi soffre di scoliosi infatti non può che trarre svantaggi aggravando la situazione con un carico pesante.

In più ciò che è stato notato è che portare grossi carichi di libri può accentuare la cifosi nei bambini e dare l’effetto di schiena gobba che può risultare anche un po’ antiestetico, oltre che doloroso, per un bambino. In questo clima, la scelta dello zaino è la cosa che può aiutarci di più nel giocare il nostro ruolo per non aggravare scoliosi e cifosi.

La distribuzione del peso, purché non sia eccessivo

Di sicuro vale la pena dedicare un po’ di tempo in più all’acquisto dello zaino, che di sicuro ha bisogno di una certa attenzione. Lo zaino deve attenersi ad alcune regole, dunque vediamo assieme vari consigli su come acquistarlo e come comportarsi successivamente, quando lo dovremo riempire.

  • Come deve essere lo zaino? Bisogna sceglierne uno di dimensioni adeguate al bambino e che abbiano una forma regolare in modo tale che il peso venga distribuito in maniera ottimale. In quest’ottica i modelli da prediligere sono quelli con lo schienale rinforzato perché consenta di attutire i colpi ad esempio quando il bambino sale le scale, salta o corre con lo zaino in spalla. Preferiamo dunque quelli magari dotati di cintura addominale perché possa aderire bene anche alla schiena del bambino e bretelle larghe ed imbottite.
  • Il peso dello zaino: finché il peso dello zaino rappresenta il 10-15% del peso corporeo del bimbo, gli zaini possono essere trasportati senza nessun problema. Se un bambino pesa 20kg allora il suo zaino non dovrebbe pesare più di 3 kg. Ad ogni modo, un trucco in più è quello di pesare anche lo zaino vuoto, il cui peso dovrebbe variare dai 400kg ad 1kg nei casi estremi, quelli degli zaini più grandi o imbottiti. La maggior parte degli zaini in circolazione, anche quelli dei cartoni animati e delle bambole sono estensibili, ossia hanno delle aperture a soffietto sui lati che consentono l’estensione dello zaino. Questi zaini sono piuttosto pesanti anche da vuoti, pesando dai 600gr fino addirittura ai 2kg! Quindi anche poggiando semplicemente gli utensili per la scuola senza nessun libro pesano già un bel po’, rischiando di superare in pochissimo il peso limite.
  • Zaini con supporto trolley: se sono ammessi nella scuola dei vostri figli, potete anche optare per zaini con supporto trolley in modo tale che i bambini possano trasportare gli zaini senza doverseli necessariamente caricare sulla schiena. Se lo zaino non dovesse essere attrezzato con un supporto trolley autonomo, ne esistono di diversi in commercio da poter adattare allo zaino dei nostri figli!
  • Come riempiamo lo zaino? Innanzitutto, gli oggetti devono essere suddivisi nei vari scomparti per far sì che il peso si distribuisca bene ed in maniera simmetrica, tenendo presente che i libri ed i quaderni vanno posizionati in maniera verticale contro la schiena. Soprattutto il bambino non dovrà portarlo su una spalla sola ma è caldamente consigliato di portarlo su entrambe le spalle per ridurre lo sbilanciamento.

A questo proposito una parola in più va rivolta anche gli insegnanti. Infatti spesso i limiti di peso dello zaino vengono superati abbondantemente e a scuola questi ultimi dovrebbero preoccuparsi di avere a disposizione soluzioni in grado di attutire e limitare questo carico quotidiano che fa solo male alla schiena dei nostri bambini. Esistono vari metodi per ovviare alla cosa, ad esempio potendo condividere i libri o avendo in aula un armadietto che contenga i libri più pesanti di tutti gli alunni, così che a casa possano portare solo quelli che servono.

Per quanto riguarda i ragazzini delle medie il metodo di scelta cambierà drasticamente. Innanzitutto, nell’età preadolescenziale i gusti iniziano a cambiare rapidamente e vanno verso stili più alla moda. Il consiglio è quello di accompagnare il ragazzino (o la ragazzina) nella scelta dello zaino perché vengano presi in considerazione modelli solidi (in quanto magari vostro figlio avrà bisogno di prendere mezzi pubblici)e magari monocromatici, così che possano essere adattabili al suo look anche per i prossimi tre anni.

Share

Potrebbe interessarti anche