bimbo mangia seggiolone

Quando si tratta di mangiare a tavola con i grandi, qual è il criterio per scegliere il seggiolone migliore per il nostro bambino?

Il seggiolone è uno degli acquisti essenziali per quanto riguarda gli accessori del bambino insieme a culle, biberon, ciucci e corredino, sebbene forse si tratti del più tardo tra gli acquisti da fare! Sarebbe preferibile, comunque, averne due: uno più robusto da tenere a casa ed uno più leggero e maneggevole da poter portare con sé quando si esce e si va assieme agli amici di famiglia al ristorante o magari a pranzo a casa dei nonni, magari agganciandolo al tavolo o avendone uno ripieghevole da poter inserire facilmente anche nel portabagagli dell’auto.

Quando iniziare ad usare il seggiolone?

Si può iniziare ad utilizzarlo, in linea generale, a partire dal compimento del sesto mese di vita – di solito in concomitanza con lo svezzamento – ossia quando il piccolo sarà in grado di riuscire a stare seduto da solo. In tal modo dunque gli si conferirà una posizione comoda per riuscire a mangiare, ma non solo: quando puliamo il seggiolone, se quest’ultimo è provvisto di vassoio, può servire al bimbo anche come base d’appoggio per i suoi giochi. Inoltre, la madre o chi con lei potrà dare da mangiare al piccolo in maniera molto più comoda, rimanendo comodamente seduta come il suo bambino! Se cercate qualche accessorio in più, optate magari per un poggiapiedi, dove il bambino potrà poggiare i piedini per non stancarsi e mantenere una corretta postura.

Come scegliere il seggiolone migliore

Nella scelta per l’acquisto del seggiolone, bisogna tenere a mente un paio di caratteristiche importanti alle quali non rinunciare, per la sicurezza del nostro bambino.

Innanzitutto, la prima regola da prendere in considerazione è quella di scegliere un modello che abbia una base larga e ben stabile, per evitare che il bambino muovendosi lo sposti o lo inclini, portandolo a cadere. Anche il telaio deve essere solido e resistente e non deve presentare nessuna giuntura che possa cedere a scossoni e colpi vari.

Inoltre dobbiamo controllare che anche la parte anteriore con il vassoietto sia affidabile e che si possa cambiare la sua posizione spostandola più vicino o più lontano a seconda delle necessità, man mano che il bimbo cresce. Insomma, la comodità, la semplicità e la sicurezza sono gli imperativi categorici di questo acquisto.

Un piccolo accorgimento riguarda il fatto che il seggiolone deve essere utilizzato solo per il momento dei pasti o, comunque, mai senza la presenza di un adulto che possa supervisionare la situazione. Non bisogna tuttavia utilizzarlo per tenerlo tranquillo, fermo e sotto controllo perché così si sopprime solo la sua naturale voglia di esplorazione (per non parlare del fatto che poi separarsene per il bambino può diventare molto più difficile).

Man mano che crescerà, si potrà togliere il vassoio posto sul davanti ed il bimbo potrà iniziare a mangiare a tavola con i grandi in sicurezza totale, rimanendo sul seggiolone. Questa pratica stimolerà molto il bambino a socializzare e prendere ancora più parte alla vita familiare.

Le dritte per scegliere il seggiolone perfetto

  • Il seggiolone deve avere spigoli arrotondati, per evitare che il bimbo dimenandosi possa farsi male.
  • Deve disporre di dispositivi di sicurezza, per evitare ad esempio che si sganci o si chiuda accidentalmente.
  • Lo schienale deve essere imbottito o comunque anatomico. Esistono modelli in circolazione che possono reclinarsi in diverse posizioni per consentire al bambino la massima comodità, anche nel caso voglia schiacciare dei brevi pisolino, ma attenzione: il seggiolone non deve in nessun modo sostituire la culla o il passeggino! In tal caso, se il bambino dovesse addormentarsi completamente, assicuratevi di spostarlo nella culla.
  • Parlando di comodità, la seduta del seggiolone deve essere comoda ed abbastanza larga da poter permettere al bambino di sedersi correttamente ed appoggiarsi allo schienale senza problemi.
  • Per quanto riguarda il vassoio, molti seggioloni dispongono di vassoi che si possono togliere o regolare sia per accompagnare la crescita del bambino e sia per riuscire a toglierlo e metterlo più facilmente per i genitori. Altri modelli, tuttavia, non sono provvisti di vassoi e di solito si tratta di quei modelli che vengono agganciati al tavolo dei genitori.
  • Pieghevoli o fissi? I seggioloni fissi sono una buona soluzione se si dispone di spazio. Altri modelli, al contrario, si possono ripiegare su sé stessi ed essere quindi riposti in qualsiasi angolo della casa ottimizzando lo spazio, nonché trasportati più facilmente in macchina.
  • Sicurezza in più: le cinture devono essere fissate saldamente e resistere agli strattoni, ma ciononostante devono essere facili da slacciare per i genitori.
  • I materiali di produzione del seggiolone devono essere atossici.
  • L’apertura e la chiusura del seggiolone devono essere facili per i genitori, come le altre funzioni di reclinazione offerte dal seggiolone. Infatti sul mercato esistono diverse tipologie di seggiolone ideati appositamente per essere utilizzati anche quando il bambino cresce. Questi modelli possono trasformarsi in poltroncine che il bambino potrà utilizzare anche per molto tempo dopo in casa. Altri modelli invece possono trasformarsi da seggioloni a sedie quasi per adulti, accompagnando tutto il processo di crescita del bambino.
  • Se possibile, nel caso il seggiolone non avesse ruote, deve essere provvisto di un dispositivo che ne eviti il ribaltamento. Se il seggiolone ha le ruote, controllate che queste siano provviste di freni.

Dunque quando si tratta di seggioloni bisogna tenere in mente diverse cose, come lo spazio che si ha a disposizione all’interno della casa e quanto vogliamo che il seggiolone duri, se preferiamo averne uno che accompagni il nostro bimbo o la nostra bimba durante tutto il periodo della sua crescita oppure prenderne diversi a seconda delle esigenze e delle occasioni. Ciò che non dobbiamo mai trascurare, tuttavia, è proprio la sicurezza da mantenere per il nostro bambino: bisogna infatti assicurarsi, sebbene la supervisione di un adulto, che il seggiolone non rischi di ribaltarsi e far cadere il nostro bimbo, portandolo a farsi male!

Speriamo che con i nostri consigli siate riusciti a schiarirvi un po’ più le idee! Buoni acquisti a tutti!

Share

Potrebbe interessarti anche